MENU
Picacismo e disturbo da ruminazione

Picacismo e disturbo da ruminazione

 

PICA

La caratteristica fondamentale della PICA è la persistente ingestione di una o più sostanze senza contenuto alimentare, non commestibile per un periodo di almeno 1 mese che risulti sufficientemente grave da giustificare attenzione clinica. Di solito le sostanze ingerite variano a seconda dell’età. Si usa il termine non commestibile perchè la diagnosi di pica non viene applicata all’ingestione di prodotti dietetici che hanno un apporto calorico minimo; di solito non c’è avversione per il cibo. 

L’ingestione di sostanze senza contenuto alimentare, non commestibili può essere una manifestazione associata ad altri disturbi mentali ( disabilità intellettiva, disturbo dello spettro dell’autismo, schizofrenia). 

Se il comportamento di ingestione si manifesta esclusivamente nel contesto di un altro disturbo mentale, si dovrebbe porre una diagnosi separata di pica solo se il comportamento di ingestione è sufficientemente grave da giustificare ulteriore attenzione clinica.

DISTRUBO DA RUMINAZIONE

La caratteristica fondamentale del distrubo da ruminazione è il ripetuto rigurgito del cibo dopo la nutrizione o l’alimentazione per un periodo di almeno 1 mese. Il cibo precedentemente ingerito, che può essere parzialmente digerito, è rigurgitato in bocca senza apparente nausea, involontari conat di vomito o di disgusto.

Il rigurgito, nel disturbo da ruminazione, dovrebbe essere frequente, verificandosi almeno diverse volte a settimana, di solito ogni giorno. 

Il disturbo può essere diagnosticato lungo l’intera arco della vita, soprattutto in individui che hanno anche una disabilità intelletiva.

 

Info
Stampa